Presa Diretta sul lasciare i combustibili fossili

7 gennaio 2019

Stasera e lunedì 14 gennaio due puntate di Presa Diretta su Rai Tre da non perdere

http://www.presadiretta.rai.it/dl/portali/site/puntata/ContentItem-6c8d789b-9c20-4439-9f0b-0b364391a864.html

“La puntata “Fossile, il lungo addio” è dedicata al mondo dell’energia, per capire quanto fossile c’è ancora dietro le nostre lampadine.

Petrolio, gas e carbone, tra i principali responsabili della produzione di CO2 e del cambiamento climatico, costano alle casse dello Stato circa 14 miliardi di euro l’anno in incentivi diretti e indiretti. La sfida per attuare una radicale inversione di tendenza nelle politiche energetiche insomma, è cruciale.

Le telecamere di PresaDiretta hanno viaggiato da nord a sud per scoprire le contraddizioni nelle scelte energetiche e le occasioni mancate per dotare il paese di una più ampia rete di produzione di energia pulita. Come mai per esempio tutte le isole minori hanno energia prodotta da impianti a gasolio? E quanto paghiamo davvero in bolletta per trivelle e rigassificatori? E a che punto siamo con le autorizzazioni per la ricerca e l’estrazione del petrolio? Nel paese sono ancora attive otto centrali a carbone, cosa c’è nella tabella di marcia per la decarbonizzazione prevista dagli accordi di Parigi?

PresaDiretta è andata nei paesi più “indisciplinati” d’Europa sul piano del contenimento del riscaldamento del clima, Polonia e Germania. Gli Stati che più di tutti gli altri contribuiscono alla creazione di CO2 in quanto fanno ancora un uso massiccio del carbone per produrre energia.

 

E poi il punto sullo stato di salute delle energie rinnovabili, sulla ricerca e l’innovazione in questo campo e lo straordinario esempio delle “comunità energetiche che fanno del cittadino non solo un consumatore ma anche un produttore di energia pulita. Si tratta di microreti che producono e gestiscono in modo intelligente energia rinnovabile. Il risultato è un modello virtuoso: energia pulita e bollette sempre più leggere.”

 

 

Annunci

Pace, Umanità, Interdipendenza

27 novembre 2018

A Modena, l’associazione Ho Avuto Sete e il Centro Francesco Luigi Ferrari, organizzano una serie di incontri sui temi dei diritti umani, della crisi ambientale e climatica in corso, dell’economia e della sostenibilità. Il 3 dicembre Luca Lombroso interverrà parlando di cambiamenti climatici e crisi idrica.

46774732_307712546740693_4338414596755816448_n

 

 


Convegno “CAMBIAMENTI CLIMATICI, ADATTAMENTO, PRATICHE DI PROTEZIONE CIVILE”

24 ottobre 2018

Sabato 27 Ottobre a Carpi, in conclusione del Climathon, con premiazione dei progetti vincenti, ci sarà un convegno sui cambiamenti climatici, sui rischi che correremo (anzi già corriamo), su come possiamo meglio adattarci a essi e su come affrontare eventi estremi.

Dalle 9.30 presso l’auditorium San Rocco.

 

 

 

 


CLIMATHON a Carpi il 26 Ottobre

8 ottobre 2018

Segnaliamo questa interessante iniziativa


Iniziative sugli alberi domenica 30 settembre in centro a Carpi e all’oasi La Francesa

29 settembre 2018

Gli Alberi ci circondano e rendono la nostra vita più lieve eppure non li conosciamo e, spesso, li percepiamo addirittura come esseri inanimati nonostante il loro ruolo vitale nella produzione di ossigeno. L’uomo, in cima alla piramide evolutiva, ha dimenticato che senza foglie, legno e radici, la vita non sarebbe possibile. Gli alberi sono in grado di entrare in relazione tra di loro, e con noi, sono consapevoli dell’ambiente in cui vivono e comunicano inviando e ricevendo messaggi. Sono solidali fra loro e si riproducono. Competono e si combattono. Sono dotati di vista, tatto e olfatto. Elaborano strategie di vita e, come gli altri esseri viventi, si ammalano. I recenti cambiamenti climatici: il riscaldamento globale e l’inquinamento,  rendono la loro vita sempre più difficile.
Per saperne di più, domenica 30 settembre, alle 16, all’Oasi La Francesa di Fossoli si terrà  un incontro con l’esperto Alfonso Paltrinieri, responsabile del verde della città di Carpi, il quale, passeggiando nel bosco, tratterà il tema: La sfida dell’albero nel XXI secolo.

 

Sempre il 30 ma alla mattina, la Lipu e il Comitato Salviamo gli Alberi a Carpi organizzano a partire dalle 10, una camminata che, secondo il comunicato diramato serve:

“per dire no all’imbruttimento della nostra città,  all’abbattimento di verde, sia questo pubblico o privato e al consumo di suolo.
A spingerci a dar vita a questo momento di partecipazione popolare – commentano gli organizzatori – è stata la vicenda ben nota della distruzione pressoché totale delle due aree boscate poste tra la Tangenziale Losi e via Nuova Ponente.
Un fatto gravissimo che non dovrà più ripetersi in città.
Questa passeggiata sarà un modo per dire ai nostri attuali – e futuri – amministratori che il verde è un patrimonio prezioso, da tutelare a tutti i costi”.
Una semplice camminata aperta ai componenti delle numerose associazioni ambientaliste del nostro territorio e ai cittadini che hanno a cuore il futuro di Carpi: “il ritrovo è alle 10 in Piazza Martiri, da lì, proseguiremo sino a via Nuova Ponente, percorrendo la Cappuccina”

 

 

 


Convegno “Diamoci una mano”

18 febbraio 2017

Sempre in tema economico, Sabato 25 Febbraio a Carpi si terrà il convegno “Diamoci una mano – Dal bisogno economico all’autonomia”

16602867_1330854290318229_6229793259145345198_n

 


Due incontri sulla gestione economica in famiglia

18 febbraio 2017

La Cooperativa Eortè insieme a Il Pane e le Rose di Soliera organizza un ciclo di due incontri sulla gestione economica famigliare.

L’iniziativa sarà condotta dall’Associazione Dedalo

 

16681724_1130425617056786_6448839374744939103_n