Klimahouse 2015

25 gennaio 2015

Fate un regalo a voi e al vostro futuro. Visitate Klimahouse 2015.

Si torna cambiati, con un sacco di idee (e, sì, di voglie) e la coscienza che un’edilizia diversa è possibile da subito. Non solo nelle nuove costruzioni: soprattutto nelle case in cui stiamo già.

A Bolzano, decima edizione di KLIMAHOUSE,
da giovedì 29/1 a domenica 1/2,

tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00

C’è anche un interessante servizio bus navetta (a pagamento) da Bologna, Verona e anche dal casello A22 di Mantova Nord.


Fotovoltaico sul condominio: seconda parte

19 gennaio 2015

Da Luca Lombroso: “Riprendo dunque quanto vi ho raccontato nell’ultimo post, in cui spiego che ora si può installare il fotovoltaico sulle parti condominiali. In questo post parlo dell’energia prodotta, che fine fa e come viene riconosciuta e dei primi risultati del mio impianto”

Continua qui

 


Fotovoltaico sul condominio: prima parte, come #sipuòfare

12 gennaio 2015

[…] oggi molti pensano non sia più conveniente, invece ci sono ancora tanti motivi per installare il proprio impianto fotovoltaico, con la modalità dello scambio sul posto e grazie ai prezzi più bassi degli impianti; ma soprattutto si è aperta la possibilità per una larga fetta di famiglie che finora difficilmente riusciva a realizzare il suo sogno di autoprodursi l’energia elettrica in modo pulito. Ovvero, chi abita in un condominio, come è il mio caso [Luca Lombroso].

Continua qui.


Fotovoltaico, condominio e resilienza

29 dicembre 2014

Luca Lombroso ha fatto installare i pannelli fotovoltaici sul tetto del condominio in cui vive.

Ecco un post che prendiamo pari pari da Campogalliano in Transizione in cui fa un primo resoconto. Chi è interessato può seguirlo su twitter (@LucaLombroso, #ilmiofotovoltaico)

Fotovoltaico, condominio e resilienza

Scrivo un breve post per condividere e festeggiare l’entrata in funzione e produzione de #ilmiofotovoltaico.

Magari, vi chiederete come mai non l’avevo già, io che da tempo mi occupo e divulgo sui cambiamenti climatici.

Come dice la transizione, “lascia che il processo vada dove vuole andare”, e infatti, finora, non c’erano le condizioni per vari fattori, primo fra tutto le difficoltà, anche legislative, di posar e il proprio impianto sul tetto condominiale, per chi appunto abita in condominio.

Non entro qui nei dettagli di quanto e cosa ho  fatto, ma solo condivido e informo di alcune cose:

  1. Ora che la legge lo consente, può essere molto interessante installare il proprio impianto sulle parti comuni del condominio dove si vive.
  2. Naturalmente, è facile non manchino le discussioni (io ne ho avute, poi siamo venuti a più lume ragione), tuttavia Sui pannelli solari l’assemblea può solo stabilire le modalità
  3. Non ci sono più incentivi e conto energia, ma ora i prezzi dell’impianto sono notevolmente calati, poi
  4. Si può detrarre fiscalmente come ristrutturazione edilizia (chissà perché non come efficienza energetica) il 50% della spesa dell’impianto
  5. La modalità migliore, senza gli incentivi, è lo scambio sul posto, cercando di ottimizzare e aumentare la quota di autoconsumo

In ottica transizionista poi ci si sarebbe da chiedere se quel che si fa è resiliente. Qui la valutazione è soggettiva; certo oggi ci sono molte criticità, il meccanismo di rimborso è contorto (prima si paga la parte che si consuma poi arriva un riconoscimento per la produzione immessa in rete) e la più assurda, legislativa e non tecnica, è che in caso di black out comunque il proprio appartamento resta “al buio”. Pochi lo sanno, ma va detto. Tuttavia, in ottica futura, è senz’altro un ottimo investimento.

Ultima domanda, Conviene? In quanto si ammortizza? Vi dirò, non mi sono posto questa domanda, a me da più soddisfazione vedere l’impianto e monitorare col sentry la produzione, consumo e immissione in rete dei kWh che il rombo di una nuova moto. Insomma, serve un cambio di paradigma!


Alcuni appuntamenti per informarsi su amianto, alimentazione, detergenti ecologici

8 ottobre 2014

Nei prossimi giorni a Carpi e nei dintorni c’è la possibilità di partecipare a eventi di informazione e documentazione su vari temi, tutti di grande importanza per la nostra salute e per l’ambiente.

Si parte già stasera a San felice sul Panaro con la serata sui rischi dell’amianto, all’auditorium comunale di via Campi n.41 alle 20.

amianto-sanfe

 

Lunedì 13 ottobre a Soliera si parla di alimentazione e sani stili di vita, alle 20.45 presso il Social Market Il Pane e le Rose

10625116_637000623065957_1349837804783093615_n

 

Infine venerdì 17 ottobre a Mirandola, presso il Foyer del Teatro alle 20.45, si parla di cosmetici e detergenti naturali

10176171_940391189309964_3988991539647702073_n

 

 

 

 

 


Apre a Carpi lo Sportello Amianto

13 maggio 2014

Da sabato 31 maggio sarà aperto a Carpi, presso gli uffici del Settore Ambiente del Comune di Carpi in via Peruzzi 2, uno sportello per la prevenzione della salute pubblica dai rischi della presenza di amianto nelle costruzioni della città e della campagna circostante.

Questo risultato si deve al lavoro del C.O.R.A. (Comitato Osservazione Rischio Amianto) in collaborazione con il Comune di Carpi. Il C.O.R.A studia da tempo la questione amianto e ha raccolto una documentazione rilevante e una solida cultura in materia, che ora viene messa a disposizione della città.

L’obbiettivo è censire la presenza di amianto nel territorio comunale e fornire un supporto informativo in primo luogo ai cittadini interessati dal problema e anche a tutti gli altri. Il censimento è utile per individuare e quantificare i manufatti in amianto e successivamente per promuovere le operazioni di verifica ed eventuale bonifica. Negli ultimi tempi l’attenzione del Comitato si è rivolta anche ai danni causati dalle calamità naturali alle costruzioni, le cui parti in amianto possono essere danneggiate, sbriciolate e disperse in caso di trombe d’aria. Nel caso del terremoto, è importante poter identificare quali macerie contengono amianto, per poter gestire in modo adeguato la rimozione.

Lo sportello sarà aperto al pubblico il sabato dalle 10.30 alle 12.30, il telefono è 059 649161. la mail sportelloamianto@comune.carpi.mo.it


Appuntamenti a Carpi

28 novembre 2013
  • Venerdì 29 novembre 2013 dalle 18 alle 22
    presso parrocchia di Quartirolo a Carpi, mercatino (aperto a Soci e non) con due fornitori del G.A.S. LA FESTA: ASTORFLEX e ROSA SELVATICA.
    Sarà l’occasione ideale per conoscerli, scambiare idee ed acquistare alle condizioni riservate ai G.A.S.
  • Lunedì 2 dicembre alle ore 21
    Proposta per Carpi – Puntata su Beni comuni e partecipazione
    presso il Centro sociale anziani Due Ponti in via Seneca 1/a.
  • Giovedì 5 dicembre alle 21 continua il ciclo “Famiglie sostenibili”:
    All’Auditorium Loria in via Rodolfo Pio, 1 a Carpi,
    W LA PAPPA!
    Dall’introduzione dei cibi solidi all’alimentazione adulta
    Educare i nostri figli, e noi stessi, a mangiare sano e vivere bio.
    Incontro con Paola Negri, autrice di “W la pappa!”
    In collaborazione con GAAM.