Shared spaces e mobilità dolce a Smart City

9 dicembre 2016

Due puntate da sottolineare dal sempre ottimo Maurizio Melis.

Smart City del giorno 11/11/2016: Istruzioni per disegnare uno shared space
Segnatevi questa ricetta…
161111-smart-city-s.mp3

Smart City del giorno 14/11/2016: Diffondere la mobilità dolce
Riprendiamo la conversazione con Matteo Dondé
161114-smart-city-s.mp3

Annunci

Appuntamenti per la settimana

16 novembre 2013

 


Salviamo il Paesaggio, in Italia e a Carpi

13 maggio 2013

Qui il resoconto dell’assemblea del Forum Salviamo il Paesaggio tenutasi lo scorso 4 maggio.

E qui ricordo l’appuntamento di stasera: presentazione dell’Atlante del Consumo di Suolo
L’insostenibilità dell’espansione illimitata delle città (Baskerville 2013).


Il consumo del suolo

6 maggio 2013

locandina

Lunedì 13 maggio, ore 21.00
all’Auditorium Biblioteca Loria*

verrà presentato l’Atlante del Consumo di Suolo
L’insostenibilità dell’espansione illimitata delle città (Baskerville 2013).

L’editore ha messo gratuitamente a disposizione l’eBook.

* Via Rodolfo Pio (di fronte al vecchio Supercinema) Carpi


Francesco’s picks – 12/02/2013

12 febbraio 2013
  • Anticipazione:
    il 28 febbraio alla Casa del Volontariato ci sarà una serata speciale…

Francesco’s picks – 05/01/2013

5 gennaio 2013
  • Geopolitica della scarsità:
    secondo Lester Brown, occorre ridefinire il concetto di sicurezza; i problemi si spostano dalle guerre e dall’antiterrorismo alla disponibilità di acqua, terra e clima per poter produrre cibo.

Le nostre case con terremoto, caldo e freddo – 2

2 novembre 2012

Come si comportano le nostre case con il (grande) caldo?

Ci pensavo quest’estate, quando poche settimane sono bastate a farmi cambiare idea… o meglio, cambiare prospettiva riguardo a tutto quello che meditavo rispetto all’edilizia e all’energia.

Il terremoto scombussolava anche quei pensieri: chi aveva voglia di investire ancora in quei muri? Certo, avendone la possibilità, restava comunque più saggio comprare dei centimetri di isolamento che dei metri quadri di mattone. Però insomma…

In seguito, il gran caldo: con il cappotto esterno non va neanche male, ma proteggere le case dal caldo può richiedere accorgimenti diversi e aggiuntivi rispetto a quelli presi per il freddo.

E se le estati dovessero essere sovente come quella passata (purtroppo l’ipotesi è estremamente realistica), “correre ai ripari” diventerebbe un’emergenza letterale e immediata.

Dovremmo iniziare a pensare seriamente alle schermature solari.

Insomma, nemmeno per provocazione: i pannelli potrebbero diventare quasi più importanti per l’ombra che fanno che per l’energia che producono!