Domenica all’orto

13 novembre 2011

L’attività nell’orto prosegue con i lavori di riordino dei bancali: vorremmo apportare dei miglioramenti per la prossima primavera.

Metteremo altri tutori per far salire in alto pomodori, fagioli e piselli, e delle assi per delimitare i bancali e non far scendere terra e paglia.

Ci sono ancora alcune piante, pomodori, bietole, radicchi, cavoli e le erbe aromatiche. Osserveremo quelle che non producono più e le faremo diventerare pacciamatura, senza togliere le radici.

Chi vuole lavorare nell’orto?

Ci troviamo domenica 20 novembre, dalle ore 14.30, presso il giardino delle strutture protette di fronte all’ospedale di Carpi, p.zzale Donatori di Sangue.

A breve ci piacerebbe organizzare una serata di resoconto/racconto di un anno di orto sinergico, cosa ne dite?

L'orto sinergico è nel giardino della struttura "Il Carpine", a cui si accede dal parcheggio dell'Ospedale Ramazzini


Non siamo soli nell’orto

26 aprile 2011

Eh sì, nell’orto non siamo soli. Osservare per credere:

qualche lumaca c’è!!

Abbiamo trapiantato molte piantine: cipollotti, porri, zucchine, cetrioli, e soprattutto pomodori. Nicoletta e Cesare ci hanno donato 123 piantarole amorevolmente cresciute dal papà di Nicoletta,  di queste 101 erano piantine di pomodoro suddivise in 11 specie (datterino, datterino giallo, ciliegino, “resta”, “resta” piccolo, “pontincelli”, piccolo, palermo, san marzano, cuore di bue, rotondo alto).

I bancali ospitano anche alcuni fiori per abbellire l’orto e per tenere lontani gli insetti: tageti e bocche di leone, prossimamente calendule e nasturzi che stanno crescendo nei nostri semenzai.

L’osservazione dei bancali è importante in un orto sinergico perchè le orticole sono mescolate, non ci sono le file di ortaggi. Per noi poi è indispensabile abbinare l’osservazione alla piantina dei bancali per ripescare quel poco che ricordiamo sulle piante da orto. E così abbiamo avvistato

cespugli di ravanelli

timida rucola?

————————————————————————————————–

insalatina (ovvero misticanza di lattughe)

bietoline

aglio

————————————————————————————————–

Ci siamo accordati con Daniele, il tuttofare delle strutture, per abbellire la fontanella del giardino, anche per evitare che le zanzare la eleggessero a dimora permanente. Ora la fontanella, non più funzionante, ospita tageti e petunie.


Mani in terra

15 aprile 2011

Domenica 17, ore 15, ci troviamo nell’orto sinergico in via Falloppia per osservare cosa è successo e ammirare il lavoro della natura.

Dovremo anche completare l’impianto di irrigazione (che già funziona!)

                    

e trapiantare alcuni aromi.

I sostegni per rampicanti sono pronti

Carotine o erbe spontanee?