La città futura a prova di clima

I tragici momenti vissuti da alcuni dei nostri vicini abitanti del modenese durante l’alluvione dello scorso gennaio ci hanno purtroppo fatto toccare con mano  l’effetto combinato del cambiamento climatico E della scarsa (o nulla) manutenzione delle infrastrutture del territorio (non l’una O l’altra, ma l’una E l’altra).

Sono temi che, lentamente, stanno entrando nel dibattito pubblico a vari livelli. Pian piano ci si rende conto che la parola d’ordine è “adattamento” o se volete “resilienza”. Se ne era già accennato con questo articolo del New York Times; pubblichiamo ora il link a questo articolo uscito su Repubblica, il 16 febbraio, dal titolo “La città a prova di clima”.

Advertisements

Una risposta a La città futura a prova di clima

  1. […] di adattamento. Perchè i nostri antenati qualche milennio di anni fa qui costruivano le terramare? Occorre ripensare la città per renderla più adattabile e resiliente. Occorre iniziare a pensare in termini di resilienza e […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: