Risposta sull’impianto a biomasse di Fossoli

Abbiamo chiesto a un esperto del settore, Marco Caldiroli, di fare una valutazione preliminare sul progetto di impianto di cogenerazione che potrebbe essere realizzato a Fossoli.

Caldiroli, molto gentilmente, ha risposto; crediamo che i suoi rilievi siano la base da cui partire per gli approfondimenti successivi. È evidente che ci sono ancora molti aspetti da tenere in osservazione affinché la costruzione e l’esercizio di questo impianto siano eseguiti col minore impatto possibile per la nostra salute e l’ambiente.

zonePM10

Fig. 1

L’impianto viene dichiarato come da 995 kWe e 4000 kWt; in realtà la potenza termica di riferimento è di 5900 kWt pertanto – come peraltro afferma lo stesso proponente – è soggetto ad autorizzazione unica e non a procedure “semplificate”.

Occorrerà curare come avviene la procedura autorizzativa (pareri, verbali conferenze di servizio, autorizzazione) in particolare per gli aspetti che seguono:

  • tipologie di biomasse – si afferma che saranno tutte non rifiuti, deve essere riportato chiaramente nella autorizzazione;
  • provenienza delle biomasse da 70 km (cd filiera corta); non è un obbligo ma un criterio procedurale, deve essere riportato in autorizzazione;
  • i limiti sono bassi (in particolare quello delle NOx pari a 30 mg/Nmc è estremamente basso rispetto alle BAT ma anche le polveri) ma se i limiti indicati nella domanda non vengono trasferiti come limiti autorizzativi vi prenderanno in giro (varranno in pratica i limiti di legge e non quelli “garantiti” dal proponente che potrà quindi superarli senza alcuna conseguenza);
  • nulla si dice sulle modalità di monitoraggio (se gli NOx e le polveri non sono in continuo, quanto dichiarato sono parole al vento).

Il calcolo della CO2 “risparmiata” è falsato sia dal riferimento vecchio della “centrale tipo a combustibile fossile” utilizzata sia dal fatto che non viene contata la CO2 per la produzione e il trasporto delle biomasse.

Da quello che ho capito non sono state svolte modellizzazioni di ricadute delle emissioni.

Il piano di qualità dell’aria della Regione Emilia Romagna – DGR 362/2012 – stabilisce e regola l’obbligo di computo delle emissioni da impianti a biomasse > 250 kWe in funzione delle diverse aree di criticità di qualità dell’aria in cui è suddivisa la regione.

Vale quanto sotto riportato – guardando la piantina allegata si vede che Carpi rientra nelle aree ROSSE con rischio PM10+NO2 (probabilmente per questo il limite dichiarato di polveri è così basso…)

  • Nelle aree di superamento (zone rosse e arancio della cartografia riportata in Figura 1) e nelle aree a rischio di superamento (zone gialle della cartografia riportata in Figura 1), è possibile localizzare impianti a biomasse SOLO a condizione che si sostituiscano sorgenti emissive esistenti e che sia assicurato un saldo complessivo pari almeno a zero delle emissioni in atmosfera di PM10 e NO2;
  • Nelle altre zone (zone verdi della cartografia riportata in Figura 1) si deve utilizzare un criterio cautelativo per mantenere la qualità dell’aria ambiente.

In ogni caso non ho trovato nella scheda la “dimostrazione” del rispetto di tale condizione.

Saluti
Marco Caldiroli

(ndr – il documento con la cartina è scaricabile da questa pagina)

Advertisements

5 risposte a Risposta sull’impianto a biomasse di Fossoli

  1. Lorenzo Paluan ha detto:

    Alcuni di questi punti erano di fatto inclusi nelle osservazioni inviate alla Provincia come gruppo consiliare Carpi 5 Stelle – Rifondazione, rccolte fra diversi cittadini (che al momento non hanno ancora ottenuto risposta), mi fa piacere vedere che trovano la conferma anche di un tecnico del settore. Rispetto alla delibera regionale per il controllo qualità dell’aria, a quanto mi risulta Carpi è “zona rossa” (ovvero zona tipo 1) non arancione, quindi massimo rischio e proprio la mancata “compensazione” (ovvero lo spegnimeno di un equivlente numero di “camini” che emettano quelle PM e quegli azotati) è secondo me particolarmente grave, rispetto quanto contenuto nella relazione tecnica della GARC. Il 14 febbraio, al Graziosi di via Genova, ore 21, il M5S spiega cosa ha fatto in consiglio finora sulla questione, attraverso i suoi consiglieri. Comunque la pensiate, se siete interessati al tema, credo sia bene esserci.

    • Francesco ha detto:

      Riguardo alla zona rossa/arancione: io credo che Caldiroli, che è stato comunque molto disponibile, non sapesse a occhio distinguere la posizione del comune di Carpi sulla cartina (lavora a Milano).
      Infatti l’annotazione con il pallino su Carpi non c’era, l’ho aggiunta io per questo post.

  2. Cristiano ha detto:

    Bravo Francesco, trovare modalità per analizzare queste situazioni con intelligenza e buon senso è fondamentale. Esiste un tavolo ANCI ER che affronta questi problemi (energia da biomassa e biogas) al quale forse sarebbe bene che qualcuno di voi partecipasse (non mi pare ci fosse nessuno che viene da lì, ma magari mi sbaglio). Per fare una sintesi brutale, salta fuori che sono state fatte centrali a biomassa (di varia natura) che finiranno per essere spente perché insensate, e altre non vengono fatte (anche se magari utili e sensate) a causa di effetti NIMBY e scontri di posizione. Sono temi che vanno affrontati con grande razionalità, ma senza trascurare gli aspetti emozionali, quindi forse le metodologie di Transizione possono diventare utili (ecco perché TI è invitata al tavolo).

  3. Ceci ha detto:

    Cristiano, ma si è già riunito questo tavolo? Ci sono verbali o resoconti dei lavori?

    • Cristiano ha detto:

      Quello specifico biomassa e biogas è nato nell’ultimo incontro del tavolo energia. I vostri amministratori dovrebbero comunque sapere di queste attività ANCI perché le info arrivano a tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: