Le nostre case con terremoto, caldo e freddo – 2

Come si comportano le nostre case con il (grande) caldo?

Ci pensavo quest’estate, quando poche settimane sono bastate a farmi cambiare idea… o meglio, cambiare prospettiva riguardo a tutto quello che meditavo rispetto all’edilizia e all’energia.

Il terremoto scombussolava anche quei pensieri: chi aveva voglia di investire ancora in quei muri? Certo, avendone la possibilità, restava comunque più saggio comprare dei centimetri di isolamento che dei metri quadri di mattone. Però insomma…

In seguito, il gran caldo: con il cappotto esterno non va neanche male, ma proteggere le case dal caldo può richiedere accorgimenti diversi e aggiuntivi rispetto a quelli presi per il freddo.

E se le estati dovessero essere sovente come quella passata (purtroppo l’ipotesi è estremamente realistica), “correre ai ripari” diventerebbe un’emergenza letterale e immediata.

Dovremmo iniziare a pensare seriamente alle schermature solari.

Insomma, nemmeno per provocazione: i pannelli potrebbero diventare quasi più importanti per l’ombra che fanno che per l’energia che producono!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: