Stirare sostenibile: ne vogliamo parlare?

Il modo più sostenibile di stirare vestiti, lenzuola e quant’altro è: non stirare. Ok, fino a qui ci siamo. L’attività in se è ampiamente energivora (anche se sta ampiamente nel mio budget di produzione fotovoltaica) l’idea di tutto quel calore sprecato mi disturba, quella di tutto quel tempo sprecato, ancora di più (continua QUI)

Io le mie da dire ce le avrei, ma preferisco lasciare che lo facciano altri, se il tema stuzzica.

Annunci

4 Responses to Stirare sostenibile: ne vogliamo parlare?

  1. Ceci ha detto:

    Anche io mi sono già posta la questione e ho verificato coi vari famigliari che molte cose si possono non stirare più, ad esempio le magliette dei figli e le magliette che vanno sotto le camice da ufficio. Le camice da ufficio però, in generale l’abbigliamento da ufficio continuo a stirarlo. Credo che sia giusta la mezza misura, stirare meno ma non rinunciare a un certo ordine. Se interessa, avevo trovato questa guida per stirare meno: http://www.scribd.com/doc/29792951/Stiro

  2. paola ha detto:

    stiro pochissimo, solo le camicie e alcuno pantaloni, o gonne. ci dedico qualche ora ogno 20 o 30 giorni.

  3. Candida Lugli ha detto:

    Simpatico argomento, che “per gioia o per dolore” riguarda molti di noi. Grazie; aiuta anche a tirar su il morale in questo mondo deprimente. Ho letto con piacere i vari commenti e i tanti utili consigli che, per la mia quasi veneranda età, sono una conferma di numerosi espedienti da me più o meno tutti sperimentati per alleggerire questa incombenza, che concordo non sia la più desiderata.
    Me la trascino da sempre io in famiglia e l’ho applicata, ahimè, a lungo anche nella mia vita professionale, sia nei mezzi (io sono passata anche dal ferro a carbone… fino all’attuale vaporetta con dispositivo di getto d’aria d’asciugatura rapida sotto tavolo (che ottimizza tempi e risultati), sia nei metodi, come già detto. Resta una cosa, non citata da nessuno e che io applico in questi ultimi mesi: alzarsi di buon’ora, aprire la finestra e, gratificati dalla piacevole brezza mattutina e dal cinguettio degli uccellini, cominciare a stirare. Partire dai capi più impegnativi per toglierceli di mezzo, e continuare al massimo fino alle otto perchè dopo, con la “bioraria”, scattano le tariffe più alte in bolletta!!! Anzi, verso la fine io spengo prima la spia del vapore, il cui residuo in caldaia mi consente di stirare ancora un po’ e per ultimo spengo anche il ferro, che si intiepidisce gradualmente e mi consente di stirare le ultime cosette meno impegnative o che non sopportano le alte temperatute. Bene: pronta per una giornata densa di altri impegni, non mi resta che piegare e riporre gli indumenti (con comodo quando ho tempo), felice per aver contribuito al risparmio energetico e… si spera, aver realizzato un po’ di risparmio nelle tariffe in bolletta!
    Ciao a tutti da Candida

  4. federica marampon ha detto:

    Giusto ieri sera ho stirato dalle 23 alle 00.30, personalmente calze e mutande non le stiro già da vari anni, le t-shirt e i pantaloni tipo tuta di mio figlio le stiro solo da un lato, prediligiamo i tessuti di cotone, senza applicazioni o disegni in rilievo, così si fila che è un piacere. Le lenzuola, dopo averle fatte asciugare per bene, le piego bene e stiro soltanto la bordura, le federe invece per intero e il sotto mi limito a piegarlo bene. Durante l’inverno, come l’Annalisa, utilizziamo l’asciugatrice ma tutto l’iter cerco di rispettarlo comunque. In estate il consumo di biancheria aumenta, per ovvi motivi, mentre durante l’inverno cerchiamo di essere più contenuti. Come per la lavatrice e la lavastoviglie stiro solo quando ho una certa quantità. Buon lavoro a tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: