Questi sono i miei consumi

Advertisements

4 risposte a Questi sono i miei consumi

  1. Gabriele ha detto:

    Direi che hai fatto un ottimo lavoro e i risultati si vedono eccome 🙂
    Il tuo lavoro dimostra gli enormi margini di miglioramento che si hanno nell’isolamento della maggior parte delle nostre case: potenzialmente si potrebbe ridurre enormemente il fabbisogno di combustibili fossili per riscaldamento invece di cercare a tutti i costi di soddisfarlo…
    In quanto tempo hai stimato di recuperare le spese?
    Purtroppo noi abbiamo il riscaldamento centralizzato e durante tutto l’inverno abbiamo in casa una temperatura che oscilla dai 20°C ai 23°C con tutti i termosifoni sempre spenti fatta eccezione per qualche giornata particolarmente fredda: per me fa sempre troppo caldo, l’ideale sarebbero 19°C o al massimo 20°C.
    Anche facendo qualche opere di miglioramento dell’isolamento termico non avremmo nessun beneficio anzi finiremmo con avere troppo caldo in casa!!! Credo che questa **purtroppo** sia una situazione piuttosto diffusa 😦
    Ciao e complimenti ancora.

  2. […] questo intervento porta in prepotente evidenza i veri ostacoli al miglioramento dell’efficienza e all’aumento della resilienza, che sono culturali e sociali […]

  3. Gabriele ha detto:

    Prendo alla lettera quello che hai scritto in un altro post ti faccio queste domande tecniche:

    1)Hai impostato un progetto di massima prima?
    Se si hai utilizzato strumenti software per fare una simulazione?

    2)Che materiale isolante hai usato (da alcune foto sembra sughero ma non ne sono sicuro) e di che spessore?

    3)Per quanto riguarda i pannelli di rivestimento finale hai usato cartongesso o legno già nobilitato in superficie o piuttosto grezzo?

    Ciao,
    Gabriele.

    • Francesco ha detto:

      Ehe, Gabriele, passa da casa mia che ti faccio vedere… ne ho combinate delle belle.
      In generale l’approccio migliore è chiamare un bravo termotecnico per un sopralluogo ed eventuali esami più approfonditi. Sia che il successivo intervento sia di modesta entità, sia che si tratti di un progetto completo.
      L’ideale è ovviamente effettuare opere in un quadro di detrazione 55% e 36%, ma la partecipazione di un professionista serio e preparato non è importante solo per far le carte e avere i soldi (aspetto certo non secondario).
      In generale si sottovaluta l’importanza della misurazione, della competenza e della progettualità: qui in Italia, almeno, si pensa che i soldi siano degni di essere spesi solo per avere del ferro o della pietra.
      Eppure l’osservazione dell’esistente è fondamentale (lo dice anche la permacultura), e senza prima misurare non si posso fare investimenti sensati (illuminanti in merito sono pure certe puntate di MrKilowatt).
      Detto questo, ammetto di predicare bene e razzolare male.
      Un po’ perché gli interventi si sono accumulati uno dopo l’altro in modo inaspettato (anche perché, solo per fare un esempio, ho capito che metter d’accordo preventivamente quelli delle finestre e quelli del cappotto era dura).
      E un po’ perché ho voluto sperimentare proprio l’approccio fai-da-te: non volevo semplicemente raggiungere un risultato numerico, volevo farmi le ossa, anche a costo di fare sbagli, nel più puro spirito di orto-di-carta.
      Volevo fare da pilota per tutti quelli che non si possono permettere un approccio strutturato (che, ripeto, è sempre il migliore).
      Così, pezzo a pezzo, ho provato un po’ di tutto, sia come materiali che come esecuzione. Ad esempio, sia PS che lana di roccia che sughero per l’isolante e sia cartongesso che legno per i tamponamenti.
      E, ti dirò, rimettendo mano ai pezzi fatti da altri ho scoperto vari “buchi” e capito che in questo campo puoi comprare i componenti e i materiali migliori ma se poi si compiono errori nella posa si compromettono molto le prestazioni.
      Anche in questo senso è importante mettersi in mani esperte (e oneste).
      Per cui fai un salto che ti mostro tutto; e ti parlo anche di software e calcoli, che sarebbero anche la mia specialità…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: