Piccola guida al web collaborativo

Nell’ultimo numero di wired c’è un piccolo manuale che raccoglie diversi siti accomunati da un’idea di economia partecipativa. Molto transizionista.

In questi giorni li ho sfogliati un po’ tutti e volevo presentarvi i migliori per due motivi:

  1. Farli conoscere anche a voi.
  2. Vedere se lì fuori, tra i lettori di questo blog, ci fosse qualcuno con le competenze necessarie e la voglia di perdere un po’ del suo tempo per aiutarmi a sviluppare qualcuna di queste idee a Carpi, perchè una delle cose che accomuna molti di questi progetti è la dimensione assolutamente “local”. Mi piacerebbe cioè creare un gruppo che si dedicasse agli strumenti di comunicazione e condivisione delle idee transizioniste.

Ovviamente la guida non è completa e le vostre segnalazioni nei commenti sono più che ben accette!

SCAMBIO/BARATTO/AFFITTO

Zylok Perchè comprare cose che useremo solo una/due volte l’anno? Ti serve la mia idropulitrice? Mi affitti il tuo tosaerba? Zylok è un network francese di affitto tra privati. Un sacco di oggetti divisi per categorie e per area geografica.

Questa potrebbe essere un’idea da copiare. Una mappa degli oggetti che giacciono la maggior parte del tempo inutilizzati nelle nostre case. Non necessariamente da offrire in cambio di soldi … magari anche in prestito o scambio.

Il prestito è anche nel motto di ShareSomeSugar: “Perchè comprare se puoi prendere in prestito?” che punta molto sull’idea di “vicinato”.

Thredup I bambini crescono, i vestiti no! Su tredup le famiglie si scambiano scatole di vestiti (e giochi) che sono diventati piccoli per i loro bambini  ma che sono ancora utilizzabili da altri.

Questa idea si può sviluppare in modo più global (come su questo sito in cui i vestiti vengono inscatolati e spediti) ma anche in versione più local fissando un punto di raccolta-scambio (vedi il prossimo sito) o organizzando scambi diretti tra le persone.

Newtoyou è un vero e proprio negozio (a Milano) dove “scambiarsi” i vestiti dei bambini.

Una delle idee interessanti è l’introduzione di una sorta di “moneta locale”: quando si portano dei vestiti in vendita vengono valutati e “pagati” in bottoni con i quali si può poi comprare altri vestiti. Il negozio prende una commissione su ogni bottone scambiato.

Zerorelativo è un sito di baratto. Il baratto è un’azione ad alto valore educativo in quanto fa bene all’ambiente, perché riutilizzi tutto; fa bene al borsellino, perché non compri nulla, ma utilizzi ciò che già esiste e fa bene alle relazioni, perché condividi le tue cose con altri barter, in modo ludico, attivo e sensibile.

Prestiamoci è la prima comunità di prestiti tra persone nata in Italia per il mercato italiano. Prestiamoci consente ai propri membri di fare investimenti e ottenere prestiti a un tasso vantaggioso, per realizzare passioni e progetti comuni.

NeighborGoods permette di risparmiare condividendo le proprie cose con i vicini. Basta registrarsi, inserire le proprie cose che si intende prestare, cercare cosa è disponibile al prestito nella propria zona (inserendo il CAP, ma questo è americano) oppure inserire una richiesta per ciò di cui si ha bisogno.

L’associazione ManaManà organizza mercatini “senza moneta” dove scambiarsi oggetti e competenze.

GRUPPI D’ACQUISTO

Gas-online fornisce (GRATIS) un applicazione per gestire on-line i gruppi d’acquisto. L’applicazione permette una gestione integrata delle varie attività connesse ad un GAS. Fra le funzionalità più importanti vi è la raccolta ed elaborazione ordini via internet, modalità è ideale per quei G.A.S. che effettuano spesso acquisti e non possono incontrarsi frequentemente.

Energiaarcobaleno il sito per scegliere offerte e gruppi d’acquisto per pannelli solari, impianti eolici, case ecologiche ma anche telefonia fissa e olio d’oliva.

MUOVERSI

Passaggio.it è un sito di carpooling e autostop organizzato grazie a cui chi cerca o chi offre passaggi auto in Italia ed Europa può mettersi facilmente in contatto e viaggiare insieme.

Penso che questa pratica potrebbe avere un utilizzo e un impatto ancora maggiore a livello locale: pensate a tutte le macchine che incontrate ogni giorno sul vostro percorso di andata e ritorno dal posto di lavoro.

Roadsharing e Autostradecarpooling fanno tutti più o meno la stessa cosa. Carina l’idea di autostrade di organizzare il carpooling in occasione di particolari eventi che muovono tantissime persone verso un’unica località.

WhipCar, invece, potrebbe appartenere benissimo anche alla categoria precedente. E’ un sito attraverso cui è possibile affittare l’auto … del vicino quando lui non la usa.

Anche questa idea necessita di una dimensione assolutamente “local”.

In più di 300 B&B potrete barattare una o più notti in cambio di beni o servizi per tutto l’anno. Scoprite quali sono i B&B disponibili ad offrire ospitalità gratuitamente cliccando sulla Regione di vostro interesse su settimanadelbaratto.it.

Airbnb ti permette di prendere (o dare) in affitto una proprietà, prenotando online e risparmiando i costi di agenzia e di personale del “solito” albergo. 

FARE COMUNITA’

Molti dei siti di cui parla questo articolo si basano sulle risorse delle comunità locali. Ce ne sono anche alcuni che hanno come unico obiettivo quello di creare legami tra vicini di casa che spesso nemmeno si conoscono.

Meettheneighbors è una specie di social network limitato a chi abita nel proprio condominio, via, quartiere. Basta registrarsi, stampare una specie di invito da mettere sotto la porta dei propri vicini ed aspettare che anche gli altri si registrino per cominciare a condividere idee e iniziative.

 

CONDIVIDERE LE COMPETENZE

Chiunque ha qualcosa da insegnare! TeachStreet mette in contatto chi sa fare qualcosa con chi vuole imparare a farlo. Ci si registra come insegnante o come studente, si inseriscono sul sito video e/o testi didattici o si organizzano vere e proprie lezioni di gruppo dal vivo.

COLTIVARE LA TERRA/MANGIARE

Vorreste avere un orto ma non avete la terra? La rete offre due possibilità:

Leverduredelmioorto permette di creare e personalizzare come in un videogioco di ruolo il proprio orto a distanza che poi qualcuno coltiverà al posto nostro spedendoci a casa ogni settimana una cassetta con i prodotti raccolti. Potrebbe essere solo una bella “confezione” per vendere verdura a distanza ma potrebbe anche diventare un modo molto carino per collegare i produttori locali ai loro consumatori.

L’altra possibilità, per ora non disponibile in Italia ma molto più semplice da replicare su scala locale, è quella di SharedHearth che punta a far incontrare chi possiede un pezzo di terra adatta ad ospitare un orto con chi pensa di avere il pollice verde ma non dispone di terra.

Equalway Framework collaborativo a favore dei Gruppi di Acquisto (GA, GAS, GAP etc.) e dei piccoli produttori che lavorano in ambito equosolidale, biologico e a tutela dei prodotti tipici e delle biodiversità.  Un “equalmarketplace” dove trovano spazio i produttori e i gruppi d’acquisto in modo da rendere più semplici e rapidi comunicazioni e rapporti tra gli uni e gli altri.

Mercati della Terra è la rete internazionale di mercati, di produttori e di contadini, coerente con la filosofia Slow Food. Luoghi dove fare la spesa, incontrarsi, conoscersi, mangiare in compagnia.

Annunci

2 Responses to Piccola guida al web collaborativo

  1. Paolo Cremaschi ha detto:

    Per la voce MUOVERSI segnalo

    http://sistemaciclofficinico.blogspot.com/

    Visto i temi, potrebbe essere un’idea muoversi ASSIEME. 🙂

  2. isa ha detto:

    Ci sono anche le “Banche del tempo” che attraverso lo scambio di saperi e competenze, favoriscono le relazioni e aiutano a risparmiare!!
    BANCA del TEMPO di CARPI – Viale E. De Amicis, 59 – 41012 Carpi (MO)
    Tel/Fax 059.684540 – mail: bancadeltempo@comune.carpi.mo.it
    http://www.regione.emilia-romagna.it/banchedeltempo/index.htm
    Saluti Isa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: