Come usare le piante spontanee

In questo periodo di passeggiate in montagna o in campagna, è facile vedere che ai lati del sentiero ci sono spesso in abbondanza erbe e frutti spontanei. La più famosa tra le erbe è forse l’ortica, mentre tra i frutti è capitato a tutti di vedere e cogliere qualche mora o magari qualche mirtillo.
Ci sono doni che la natura ci fa senza chiedere niente in cambio e con essi possiamo preparare molte ricette, anche andando a recuperare la tradizione contadina. Con le erbe si possono infatti cucinare deliziosi pranzetti e anche lenire i principali principali malanni o inconvenienti fisici. In questa tradizione infatti era diffusa una serie di conoscenze popolari, un sapere complesso frutto di intuizioni ed osservazioni che venivano tramandate dai genitori ai figli e ai nipoti, andando a creare una conoscenza collettiva e gratuita.
Per iniziare a riscoprire una parte di questa conoscenza sono utili alcuni libri e quaderni, tra i quali “Piante spontanee in cucina” di Cristina Michieli, Terra Nuova Edizioni e i quaderni della omonima Collana dell’editore Kellerman.

Per saperne di più:

Come usare le piante spontanee in cucina

Il Quaderno delle erbe

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: