Impariamo l’arte del riuso e del risparmio

Dalla newsletter di Recuperandia:

Questo mese parliamo di gestione dei rifiuti:

Per gestione dei rifiuti si intende l’insieme delle politiche volte a gestire l’intero processo dei rifiuti, dalla loro produzione (raccolta, trasporto) fino alla loro trattamento (riciclaggio o smaltimento) e al riutilizzo dei materiali di scarto.

La strategia adottata dall’Unione Europea e recepita in Italia con il DL Ronchi del ’97 (abrogato e sostituito con il DL 152/06 Parte IV ) affronta la questione dei rifiuti delineando priorità di azioni all’interno di una logica di gestione integrata del problema. L’articolo 179 della legge pone dei criteri di priorità come lo sviluppo di tecnologie pulite, l’ideazione e messa in commercio di prodotti che diano un contributo minimo alla produzione di rifiuti ed all’inquinamento (articolo 180), miglioramenti tecnologici per eliminare al presenza di sostanze pericolose nei rifiuti e un ruolo attivo delle amministrazioni pubbliche nel recupero dei rifiuti (articolo 181). Il recupero dei rifiuti va dal riutilizzo e il reimpiego, al riciclaggio (in Italia solo il 17% sul totale rifiuti), alla produzione di materia prima secondaria, all’uso dei rifiuti per produrre energia come il trattamento a freddo o bioessicazione e il trattamento a caldo o termico attraverso la gassificazione,la pirolisi e l’incenerimento (9%). Laddove non sono possibili tutte queste soluzioni vi è l’avvio allo smaltimento in discarica (ben il 67% dei rifiuti). Basti pensare che in Italia vi sono più di 4800 discariche abusive.

Per quanto riguarda il riuso, oltre ai mercati dell’ usato profit e non profit esistono progetti ed associazioni che si occupano dello scambio di beni e prodotti usati come ed esempio esempio i Freecycle, ovvero centri di distribuzione in tutto sparsi in tutto il mondo dove è possibile scambiare e regalare oggetti usati. Attualmente i freecycle sono presenti in circa 20 città Italiane tra cui anche Bologna.

La filiera della raccolta differenziata è oggi intorno al 22,7% per merito, soprattutto, delle regioni del Nord, dove supera il 35%. La raccolta differenziata può raggiungere il 70%. Il rimanente 30% si ridurrebbe al 15% se venisse applicata per bene la bioessicazione, e cioè un trattamento a freddo. Da questo tipo di processo si ricava in genere sia materiali riciclabili, sia il biogas, cioè, in pratica, metano. Esso permette quindi una ulteriore riduzione dell’uso delle discariche e degli inceneritori, il tutto con emissioni inquinanti nettamente inferiori rispetto a tali impianti. L’incenerimento è una tecnologia consolidata che permette di ottenere energia elettrica e fare del teleriscaldamento sfruttando i rifiuti indifferenziati. L’ energia prodotta è tuttavia minima a confronto con l’energia che si può risparmiare mediante il riciclaggio, che resta sempre l’opzione da preferire e incentivare rispetto a tutte le altre. Gli inceneritori in Italia sono circa 50 e bruciano ogni anno 3milioni e 500 mila tonnellate di rifiuti. Da una tonnellata di rifiuti vengono prodotti fumi, 300 kg di ceneri solide e altre sostanze!

Per approfondimenti:
FreeClycle: http://it.wikipedia.org/wiki/Freecycle
Discarica: http://it.wikipedia.org/wiki/Discarica_di_rifiuti
Discariche abusive: http://discariche-in-italia.blogspot.com/2008/08/mappa-delle-discariche-abusive-in.html
Raccolta differenziata: http://it.wikipedia.org/wiki/Raccolta_differenziata
Gestione dei rifiuti
Raccolta differenziata porta a porta
Isola ecologica
Consorzi di riciclaggio http://www.e-clinic.it/riciclaggio.htm
Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE)

Dove a carpi

A Carpi ci sono quattro SEA, Stazioni Ecologiche Attrezzate, presso le quali si possono conferire i rifiuti in modo differenziato.
I rifiuti organici, la carta ed il cartone possono essere consegnati anche tramite il servizio di raccolta ‘Di porta in porta’, nelle zone sud est e nord della citta. Presso ogni stazione ecologica i cittadini possono avvalersi del servizio di pesatura dei rifiuti,e usufruire quindi del relativo sconto sulla TIA.
Le stazioni ecologiche sono situate in via Watt, 2/4, via Pezzana, 92, via Lucrezio, 1/A, via Mare del Nord, 1/A.

Per conferire gli elettrodomestici in disuso c’è il centro Tred in via Remesina esterna, 27 – loc. Fossoli , tel. 059/669456
Esiste inoltre per i rifiuti organici l’impianto di compostaggio di via Valle, 21 – loc. Fossoli
tel. 059/660884
http://www.aimag.it

Annunci

2 Responses to Impariamo l’arte del riuso e del risparmio

  1. irene bucci ha detto:

    perchè nn fare un freecycle anche a carpi?

  2. Marco ha detto:

    @irene
    quello che fanno a Recuperandia (http://www.portaapertacarpi.it/recuperandia.htm) non è molto diverso da un freecycle.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: